23°puntata 01-03-03
MITOLOGIS
.

Carissima klikkina e carissimi amici.
E' sempre Rosita che vi parla. Sono veramente una bambina fortunata e non ho proprio parole per esprimere la gioia che provo, insieme a Baobao, Miaomiao e Tipotopo nell'ammirare le meraviglie del COSMO.

Adesso stiamo viaggiando a una velocità intermedia tra quella della luce e quella del pensiero e percorrendo le Vie Lattee, stiamo ammirando cascate di stelle e bellissime evoluzioni di pianeti che ruotano intorno ad anelli incandescenti.

Spazzinidis, la turbocometa nella quale viaggiamo, fa la gincana tra i pianeti e si diverte a infilare gli anelli facendoci provare delle emozioni incredibili.

Ma ora ci stiamo dirigendo verso la GALASSIA DELLA FANTASIA.

E' distante dalla terra 1000 anni luce, ma noi agendo sulla leva del pensiero saremo li fra qualche secondo.

ECCOLA ! Da qui già possiamo vederla . E' composta da tanti mondi meravigliosamente colorati che girano intorno a una immensa arancia fosforescente, producendo musiche stellari. (Vi ricordate il vento nelle Marigheddas ?)
Se non ve lo ricordate andate al Glossario nell'home page..

Ora stiamo ruotando intorno al pianeta che e' il più grande e il più distante dalla Terra.

E' " MITOLOGIS " il pianeta delle Leggende.

" Guarda, guarda ! " Esclamò Jumpy, con lo sguardo incollato al monitor del computerino di Handy

" Quella montagna sembra l' Himalaya " " Ma è proprio l'Himalaya " Disse Klikkina ".

" O meglio, è la copia identica dell'Himalaya che è anche la montagna più alta del Cosmo, perchè

" ogni cosa che accade sulla terra viene scolpita nello spazio infinito dove vive in eterno".
E tutto è scritto nell'Enciclopedia Cosmica sin dalle origini".

" Scusa Rosita " continuò Klikkina " Devo rubare qualche minuto alla vostra cronaca in diretta perché vi voglio raccontare la bellissima leggenda indiana che vive in eterno in cima all' Himalaya ".

" Vedete quei due giovani che si tengono per mano seduti in una nuvola di neve in cima alla montagna, sono SHIVA e PARVATI "

" Si, si, disse subito lo storico Pincy, io li conosco benissimo, Shiva , insieme a Brama e Visnù fa parte della trinità dell'induismo (religione dell'India) e Parvati penso che sia sua moglie "

" Bravissimo Pincetto, hai proprio una bella memoria storica, però non basta ricordare gli avvenimenti e i miti terrestri ma bisogna capirne l'essenza "

" Che vuol dire capirne l'essenza ? " chiese con la sua esile vocina da margheritina, Daisy.

" L'essenza delle cose è il contenuto, l'insegnamento che noi riceviamo, l'emozione che ci trasmettono LE COSE! "
Rispose Klikkina.

" Ma ora lasciate che vi racconti questa antichissima storia creata dall'immaginario dei nostri antenati "


LA LEGGENDA DI SHIVA E PARVATI

" Tra le tre divinità della religione indiana Shiva era il più agitato. Non capiva perché Brama quando aveva creato il mondo, insieme allo spirito avesse messo la materia e insieme al bene avesse messo il male "

In effetti oltre alle tre divinità, Brama il creatore, Visnù benevolo e misericordioso e Shiva l'agitato, esistevano due forze soprannaturali: KAMA il dio dell'amore e TARAKA il demonio, dio del male.

Shiva essendo agitato e dubbioso sull'utilità della sua esistenza e di quella del creato, cadeva spesso in balia del diavolo e col suo sguardo demoniaco distruggeva tutto ciò che guardava. Un giorno, in cui era particolarmente infuriato incenerì anche Kama, il dio dell'amore.

Naturalmente tutti erano preoccupatissimi, senza l'amore sarebbe stata la vittoria del demonio e la fine del mondo.

Visnù, che aveva il compito di perdonare e ricostruire, ebbe un'idea geniale.

In una riunione con tutte le divinità e le forze del bene, propose di far conoscere a Shiva la figlia dell' Himalaya, sorella della ninfa del Gange, che era una giovinetta bellissima.

La giovinetta si chiamava PARVATI e quando Shiva la vide la accettò subito come schiava ma non come moglie, perchè era pervaso dall'odio e non poteva concepire l'amore.

Parvati, intanto, anche se schiava, continuava a venerare e ad amare Shiva, così le altre divinità e le forze del bene pensarono di mandare un giovane bramano (figlio di Brama) a insidiare Parvati, per far ingelosire Shiva.
La givinetta rifiutò il bramano e continuò a rivolgere le sue preghiere e le sue meditazioni a Shiva.

Quando Shiva venne a conoscenza del fatto, rintracciò il giovane bramano e lo incenerì e poiché il demonio gli consigliò di non fidarsi della fedeltà di Parvati, decise di tenderle una trappola.

Si presento a Parvati travestito da Principe seguito dal diavolo travestito da tesoriere, con un forziere pieno di monete d'oro e promise alla giovinetta un regno ricco di fiori, di alberi da frutta e di ogni altra cosa per renderla felice.

Parvati fuggi urlando che nulla avrebbe potuto distoglierla dal suo amore e dalla sua meditazione per Shiva.

La fedeltà di Parvati, fu come una sorgente miracolosa che rigenerò le forze del bene nella coscienza di Shiva.

Il demonio capì che per lui era finita e si avventò su Shiva, accecandolo, ma la forza che Parvati aveva trasmesso a Shiva con la sua dedizione e il suo amore, fece spuntare sulla fronte di Shiva, un terzo occhio, potentissimo, che incenerì il diavolo.

Il giorno del matrimonio, alla presenza delle altre divinità e delle forze del bene, in onore della sua sposa , Shiva richiamò in vita Kama (Dio dell'amore). - L'Himalaya, che era stata devastata dalla violenza della lotta tra Shiva e Taraka, rincominciò a sorridere.
" Gli uccelli cantavano, gli insetti ronzavano intorno ai fiori e dai fianchi della Montagna
scendevano cascate cristalline scintillanti al sole "

Le acque del Gange gorgogliando portarono in tutte le campagne dell' India il messaggio :

" di FEDELTA', di AMORE e di VITTORIA, di SHIVA E PARVATI "


" Senti Klikkina " - disse Daisy " - ma questa è una storia vera?

Cara Daisy, questa è una leggenda che è stata scolpita nell'enciclopedia cosmica tanti millenni fa, e ci dice che fede e fedeltà, insieme all'amore sconfiggono il male.

" Senti Klikkina , perché queste storie si chiamano leggende ?

" Caro Dolphin, la tua domanda è molto interessante, e mi da l'occasione per approfondire l'argomento.
" Anzi, rigiro a voi la domanda. Chi sa dirmi cosa significa leggenda " ?

" Il mio antichissimo nonno Macignumannu, diceva sempre che le leggende sono molto importanti , perchè la loro lettura ci permette di capire la nostra e le altre civiltà . Sin dall'antichità, viaggiatori e mercanti portavano le proprie leggende in paesi lontani dai quali riportavano le leggende che apprendevano. In questo modo, oltre che con lo scambio dei prodotti, le civiltà svilupparono la reciproca conoscenza. Leggenda vuol dire che deve essere letta per capire. "

" Facciamo un applauso a Stone perché pur essendo un sasso dimostra di avere un grande cervello ! "

Tutti insieme, clap clap clap ... ...

" Penso che adesso siate in grado di capire perché il pianeta "MITOLOGIS" è il più grande di tutto il Cosmo.

Per questo mese la storia è finita, ci vediamo a aprile, chissà dove finiremo ?

Ciao, ciao Klikkina.


> torna su

.
TORNA ALL'INIZIO DELLA PUNTATA
... vai avanti