13°puntata 01-04-02
Qoma, un'isola in coma.
.
Prima di lasciare l'Egitto i nostri amici videro ancorata nel porto di Alessandria la nave scuola italiana "Amerigo Vespucci", una meravigliosa occasione per vistare il famoso veliero e incontrare i cadetti della Marina Italiana.

I marinai italiani festeggiarono con Klikkina e gli amici e attraversarono insieme il Canale di Suez, per una mini crociera che li portò da Porto Said nel Mediterraneo sino a Suez e poi attraverso i meravigliosi fondali e le spiagge del Mar Rosso , sino allo Yemen, nell' Oceano Indiano.

Il nostro storico Pinchy, ancora una volta, ne approfittò per dare alcuni cenni storici:
" il Canale di Suez è molto più vecchio del Canale di Panama. La sua apertura è legata al nome di un ingegnere francese, Ferdinand de Lesseps che, dopo diversi anni di studi e di contrasti tra le potenze europee, riuscì a farsi finanziare il progetto. Il Canale fu inaugurato il 17 novembre 1869, con una lunghissima processione di navi provenienti da tutto il mondo.


"Caro Pincetto, da buon geografo vorrei aggiungere qualcosa:
" Intanto volevo precisare che i piani per collegare il Mediterraneo al Mar Rosso risalgono all''antico Egitto e pare che già 2000 anni prima di Cristo, attraverso un ramo del Nilo e alcuni laghi salati si arrivava al Mar Rosso . Una via navigabile usata anche dagli antichi Romani.


due viste del canale di suez:
L'Italia, anche se non partecipò al finanziamento del progetto, costruì una splendida fontana in marmo con 4 leoni ad ornare il giardino del palazzo (oggi sede di un importante hotel) fatto costruire da Napoleone III e dall'imperatrice Eugenia per alloggiare tutti gli ospiti invitati per l'inaugurazione del canale.

"La storia della terra è veramente affascinante" . Disse Klikkina.
"Eh si !". Commentarono tutti gli amici in coro "viaggiando si impara!"
"Soprattutto si conoscono le altre civiltà e le loro tradizioni"
A questo proposito intervenne Stone, il saggio nuragico:
" Io penso che, come in tutte le cose, esistono tradizioni buone e tradizioni cattive. Spetta agli uomini civili del mondo il compito di coltivare quelle buone e rifiutare quelle cattive ".
"Il compito dell'umanità è di proteggere questo bene grandissimo che è la nostra terra"
Quando, seguendo antiche tradizioni tagliamo una mano per punizione o condanniamo a morte un essere umano o lapidiamo una donna o ancora facciamo la guerra sperando di risolvere i problemi, compiamo azioni che non appartengono più a nessuna civiltà, appartengono solo alla barbarie ".

" Non è possibile che nella nostra epoca possano esistere civiltà che ancora applicano delle leggi e delle usanze così crudeli. Eppure 2000 anni fa, Gesù Cristo ci dette il comandamento più bello e utile, che dovrebbe essere alla base di tutte le civiltà Aggiunsero insieme Dasy e Poppy.
"AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO"

continuiamo il viaggio ora....

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Sentite, ho un'idea"
Esordì Dolphin
"Grazie alla nostra parola magica potremmo usare la Vespucci per " acquerare" tra le bellissime isole del Pacifico. ("acquerare" è un verbo usato da noi delfini e significa vivere tra la terra e il mare.)

"Siiiiiiii TIN-KLIN in volo verso l'arcipelago delle Figi"
Nella città di Aden mancavano pochi minuti alle sette del mattino e Handy spostò avanti di nove ore l'orologino del suo computer. Esattamente quanti sono i fusi orari che separano Aden dalle isole Figi.

passa il mouse sulla nave
Durante il viaggio Handy parlò di una cosa molto importante …
"Sicuramente vi ricorderete che la scorsa estate, stampa e televisione hanno parlato tanto della Conferenza di Kyoto.
I rappresentanti di tutti i paesi del mondo erano riuniti in Giappone, per parlare dei danni dell'effetto serra : a causa di un improvviso riscaldamento della terra dovuto soprattutto all'inquinamento i ghiacciai si sciolgono, si alza il livello dei mari, le acque si riscaldano, le barriere coralline sono in agonia, i cicloni diventano più frequenti e più violenti, si allarga il buco dell'ozono…"

"Alla conferenza era presente anche l ' OASIS, una organizzazione che rappresenta più di quaranta stati i cui abitanti sono sparsi in centinaia di isolette negli Oceani ".

" L' OASIS ha denunciato che a causa dell'effetto serra molte isole dove abitano circa 30 milioni di persone, presto scompariranno , sommerse dagli Oceani".

"Vedete ", continuò Handy, " Stiamo sorvolando l' Arcipelago delle Isole Figi,
Quell' isoletta lunga e sottile, che luccica sotto di noi, si chiama Qoma ".
"Adesso ci abbassiamo un po', cosi potremo vederla meglio"

"In quest'isola i bambini si divertono, appesi alle travi delle case, sommerse dall'acqua e si lasciano dondolare sulle onde."
"I loro genitori sono tutti accampati sui tetti delle case, in attesa che passino gli effetti del violento ciclone. L ' isola è destinata a essere ingoiata dall'Oceano e presto dovrà essere evacuata, ma i vecchi non vogliono abbandonarla. Hanno deciso di morire nelle loro case, bevendo il distillato di una pianta sacra, che insieme a loro scomparirà in fondo al Mare."

"Ma come si può cercare di impedire questo disastro ?" Esclamarono in coro i nostri amichetti !
"Non è facile ,le grandi industrie inquinano, bisognerebbe cambiare il sistema energetico, ridurre l'utilizzo dei combustibili che distruggono l'ozono, approfondendo la ricerca per l'utilizzo delle energie naturali: acqua, sole e vento. Infine tutti noi utilizziamo tecnologie che spesso inquinano senza nemmeno rendercene conto. Insomma ci vuole più rispetto per l'ambiente che ci circonda da parte di tutti!"

se vuoi approfondire questo argomento visita questi siti:

amici della terra
scienza on line
greenpeace
greenpeace bambini per la foresta
legambiente
south-pole
I nostri amici stanno per atterrare a Nauru un'isoletta che è il più piccolo stato del mondo.
Ma di questo parleremo nella prossima puntata.
Poichè questa puntata va on line in occasione della Pasqua, è bene ricordare il significato di questo evento, molto importante per chi appartiene alla civiltà Cristiana.

La Pasqua era in origine una celebrazione giudaica dell'esodo del popolo dall'Egitto. Era una celebrazione conviviale. Gesù stesso celebrava la Pasqua con i suoi discepoli, e l'istituzione dell'Eucarestia si realizza in tale atmosfera.
In tempi a noi più vicini, alla Pasqua è stato restituito il significato "cosmico" già presente nella lettera di San Paolo ai Romani, che riconosce all' evento della morte e della resurrezione di Gesù Cristo, un motivo di riscatto umano nella liberazione. L'uomo perde il suo contenuto materiale e rinasce nella grandezza spirituale.
La Pasqua, per i cristiani, deve essere soprattutto un momento di solidarietà , di riflessione e di preghiera.

TORNA ALL'INIZIO DELLA PUNTATA
VAI AVANTI...